Impianti di abbattimento: quali dati dare e quali ricevere dal fornitore

Impianti di abbattimento: quali dati dare e quali ricevere dal fornitore

Proprio questa mattina un cliente che vernicia prodotti plastici, che chiamerò per comodità Mario, mi sottopone una domanda: “Ma secondo te questo impianto per i COV che mi stanno offrendo è adatto alla mia produzione?”

Io leggo l’offerta ed esclamo: “Non lo so, non c’è scritta mezza informazione sull’impianto. Solo il tipo di abbattimento ed un vago riferimento alle mitiche B.A.T. della Regione Lombardia”. Mi ricompongo dall’incredulità e proseguo chiedendo: “Scusami Mario, ma tu investiresti il tuo denaro, i tuoi risparmi, e ti affideresti ad un fornitore che non descrive nulla di una macchina che ti sta vendendo, peraltro su questioni che per te sono penali, perché lo sai che i reati ambientali sono penali?”

Lui mi guarda stranito e dice: “Che sono penali lo so! Lo sai, io non ci capisco molto di queste cose, il mio lavoro è un altro. Per questo lo sto chiedendo a te…”.

Questo piccolo aneddoto realmente accaduto, mi serve per dirti che se non vuoi un consulente, almeno aiutati rifacendoti ad una normativa come la “UNI 10996-1:2002 Impianti di abbattimento dei composti organici volatili (VOC) – Criteri e requisiti per l’ordinazione, la fornitura, il collaudo e la manutenzione – Generalità”  , oppure affidati a persone che possono darti una mano realmente a sbrigare queste questioni. Inutile dirlo ma se hai bisogno per queste cose mandami una mail

Per tua informazione cercherò di riassumere e sottolineare alcuni aspetti che ritengo importanti e affrontati dalla UNI 10996-1:2002. 

In primis questa norma è una norma tecnica di carattere generale, che indica quali sono i dati che il costruttore dovrebbe fornire al cliente, ma anche quali dati il cliente deve fornire al costruttore, così che quest’ultimo possa poter fornire l’impianto maggiormente coerente con le necessità della committente. 

Tra i dati e le informazioni che il costruttore dovrebbe fornire, i fondamentali possono essere, ma non esclusivamente:

  • Una piccola descrizione del sistema di abbattimento e del suo funzionamento;
  • Parametri tecnici legati al dimensionamento della macchina quasi sempre riportati, come dati e valori minimi,  anche nelle B.A.T. (Best Available Technology) della Regione Lombardia;
  • Tipo e materiali costitutivi della macchina e dell’impianto
  • Consumi energetici e livello di rumorosità 
  • Norme tecniche di riferimento delle varie parti
  • Garanzie meccaniche e di processo
  • Prezzo, condizioni di pagamento e consegna

Dall’altra parte però anche il cliente deve sapere che il fornitore non può immaginarsi quale impianto sia necessario, quindi ci sono dei dati e delle informazioni che DEVONO essere dati proprio per permettere a quest’ultimo di fare bene il suo lavoro. I dati e le informazioni principali che il cliente dovrebbe dare al fornitore, possono essere, ma non esclusivamente: 

  • Dati generali quali ad esempio il tipo di applicazione che produce l’emissione e la sua operatività (ore al giorno piuttosto che giorni all’anno);
  • Utenze disponibili;
  • Dati di progetto di base relativi all’emissione quali: portata, temperatura, pressione, umidità o contenuto di vapore d’acqueo, tenore di ossigeno, tipologia di sostanze inquinanti e loro concentrazione
  • Richieste specifiche relative all’impianto di abbattimento, quali i limiti di emissione e/o il rendimento di abbattimento, piuttosto che altri limiti come il valore di rumorosità della macchina o particolari “vincoli” di interfacciamento con il sistema produttivo piuttosto che necessità e presenza di allarmi o blocchi o ancora sistemi per il monitoraggio delle emissioni se richiesti

Come hai potuto leggere sia il cliente che il fornitore devono fin dall’inizio mettersi nell’ottica di collaborare, al fine di minimizzare i propri sforzi massimizzando i loro guadagni, non solo economici ovviamente.

Se ritieni che l’applicazione delle informazioni riportate in questo articolo e ben spiegati nella UNI 10996-1:2002 non siano di semplice verifica, lasciati aiutare; noi facciamo questo da una vita.

Quindi se ricevi un’offerta da un fornitore di sistemi di abbattimento che non contiene tutte o almeno una parte dei dati e delle informazioni che ho riportato qui, fai molta attenzione… il rischio è tuo

Permettimi di lasciarti con un ultimo consiglio: cerca di stare lontano da quelle offerte per impianti di abbattimento che non ti dicono nulla o riducono il tutto a un sacco di giri di parole senza numeri tecnici e che riportano alla fine solo il PREZZO!!! 

Il PREZZO è importante… lo è per tutti… ma ricorda che tu stai PAGANDO per ricevere un bene che ti metta al riparo da problemi e da questioni penali, non stai spendendo soldi per crearti nuovi problemi e quindi aggiungere problemi ad altri problemi! 

Lascia un commento